SEZIONE 83

SEZIONE 83
Joseph Smith e alcuni dei suoi più stretti collaboratori tornarono da Independence a Kirtland, e qui riprese il lavoro sulle Scritture. Nei mesi di agosto e settembre anche molti degli anziani che erano stati in missione in Oriente tornarono a Kirtland. Qui, il 22 e 23 settembre 1832, la seguente rivelazione fu data tramite Joseph Smith. Fu ricevuto alla presenza di sei anziani ed è conosciuto come “la rivelazione sul sacerdozio”.

Nell'edizione del 1835 di Dottrina e Alleanze, questa rivelazione comprendeva la Sezione 4. Seguiva le rivelazioni ora numerate 17 e 104 e precedeva immediatamente quelle che ora sono numerate 99, 84 e 85. Queste sei rivelazioni riguardavano tutte il sacerdozio e governo della chiesa.

1a Una rivelazione di Gesù Cristo al suo servitore Joseph Smith Jr. ea sei anziani, mentre univano i loro cuori e alzavano la loro voce in alto;
1b sì, la parola del Signore riguardo alla sua chiesa, stabilita negli ultimi giorni per la restaurazione del suo popolo, come ha detto per bocca dei suoi profeti, e per il raduno dei suoi santi per stare sul monte Sion, che sii la città Nuova Gerusalemme;
1c quale città sarà costruita, cominciando dal Temple Lot, che è stabilito dal dito del Signore, ai confini occidentali dello Stato del Missouri, e dedicato dalla mano di Joseph Smith, Jr. e altri, con i quali il Signore si è compiaciuto.

2a In verità, questa è la parola del Signore, che la città Nuova Gerusalemme sarà edificata dal raduno dei santi, cominciando da questo luogo, cioè dal luogo del tempio, tempio che sarà eretto in questa generazione;
2b poiché in verità, questa generazione non passerà tutta finché una casa non sarà edificata per il Signore e su di essa si poserà una nuvola, nuvola che sarà proprio la gloria del Signore, che riempirà la casa.
2c E i figli di Mosè, secondo il santo sacerdozio, che ricevette per mano di suo suocero, Jethro; e Jethro lo ricevette per mano di Caleb; e Caleb lo ricevette per mano di Eliu;
2d ed Elihu sotto la mano di Jeremy; e Jeremy sotto la mano di Gad; e Gad sotto la mano di Esaias; ed Esaias lo ricevette per mano di Dio;
2e Anche Esaia visse ai giorni di Abramo e fu benedetto da lui, che Abramo ricevette il sacerdozio da Melchisedec; che l'ha ricevuto attraverso la stirpe dei suoi padri, fino a Noè;
2f e da Noè fino a Enoc, per la stirpe dei loro padri; e da Enoc ad Abele, che fu ucciso dalla congiura di suo fratello; che ricevette il sacerdozio per comandamento di Dio, per mano di suo padre Adamo, che fu il primo uomo;
2g quale sacerdozio continua nella chiesa di Dio in tutte le generazioni, ed è senza inizio di giorni né fine di anni.

3a E il Signore confermò un sacerdozio anche su Aaronne e sulla sua discendenza per tutte le loro generazioni, il quale sacerdozio persiste e rimane per sempre, con il sacerdozio che è secondo il più santo ordine di Dio.
3b E questo maggiore sacerdozio amministra il Vangelo e detiene la chiave dei misteri del regno, sì, la chiave della conoscenza di Dio.
3c Perciò, nei suoi decreti è manifesta la potenza della pietà; e senza le relative ordinanze e l'autorità del sacerdozio, il potere della pietà non è manifesto agli uomini nella carne; poiché senza questo nessun uomo può vedere il volto di Dio, anche il Padre, e vivere.

4a Ora, questo Mosè insegnò chiaramente ai figli d'Israele nel deserto e cercò diligentemente di santificare il suo popolo affinché potesse contemplare la faccia di Dio;
4b ma essi indurirono il loro cuore e non poterono sopportare la sua presenza, perciò il Signore, nella sua ira (perché la sua ira si era accesa contro di loro), giurò che non sarebbero entrati nel suo riposo, mentre nel deserto, il cui riposo è la pienezza della sua gloria.
4c Perciò trasse di mezzo a loro Mosè e anche il santo sacerdozio; e continuò il sacerdozio minore, che detiene la chiave del ministero degli angeli e del vangelo preparatorio, il cui vangelo è il vangelo del pentimento e del battesimo, e della remissione dei peccati, e la legge dei comandamenti carnali,
4d che il Signore, nella sua ira, fece rimanere con la casa di Aaronne, tra i figli d'Israele, finché Giovanni, che Dio risuscitò, essendo ripieno di Spirito Santo fin dal seno di sua madre:
4e poiché fu battezzato mentre era ancora fanciullesco, e fu ordinato dall'angelo di Dio all'età di otto giorni a questo potere:
4f per rovesciare il regno dei Giudei e per raddrizzare la via del Signore davanti al suo popolo; per prepararli alla venuta del Signore, nelle cui mani è dato ogni potere.

5a E ancora, l'ufficio di anziano e di vescovo sono appendici necessarie che appartengono al sommo sacerdozio.
5b E ancora, gli uffici di dottori e diaconi sono appendici necessarie del sacerdozio minore, che fu confermato su Aaronne e sui suoi figli.

6a Perciò, come ho detto riguardo ai figli di Mosè, poiché i figli di Mosè e anche i figli di Aaronne offriranno un'offerta gradita e un sacrificio nella casa del Signore, casa che sarà edificata al Signore in questa generazione sul luogo consacrato, come ho stabilito;
6b ei figli di Mosè e di Aaronne saranno ripieni della gloria del Signore sul monte Sion, nella casa del Signore, di cui siete figli; e anche molti che ho chiamato e mandato per edificare la mia chiesa;
6c poiché chi è fedele nell'ottenere questi due sacerdozi di cui ho parlato, e nel magnificare la loro chiamata, è santificato dallo Spirito al rinnovamento dei loro corpi:
6d divennero i figli di Mosè e di Aaronne, e la discendenza di Abramo, e la chiesa, il regno e gli eletti di Dio;
6e e anche tutti coloro che ricevono questo sacerdozio ricevono me, dice il Signore, poiché chi riceve i miei servi riceve me, e chi riceve me riceve mio Padre, e chi riceve mio Padre riceve il regno di mio Padre.
6f Perciò tutto ciò che ha il Padre mio gli sarà dato; e questo è secondo il giuramento e l'alleanza che appartiene al sacerdozio.
6g Perciò tutti coloro che ricevono il sacerdozio ricevono questo giuramento e alleanza del Padre mio, che Egli non può violare, né può essere smosso;
6h ma chi viola questo patto, dopo averlo ricevuto, e se ne allontana del tutto, non avrà il perdono dei peccati in questo mondo né nel mondo a venire.
6i E tutti coloro che non vengono a questo sacerdozio, che avete ricevuto, che ora confermo a voi che siete presenti, oggi, con la mia propria voce dai cieli, e anch'io ho dato mandato alle schiere celesti e ai miei angeli riguardo a te.

7a Ed ora vi do il comandamento di stare attenti a voi stessi, di prestare diligente attenzione alle parole di vita eterna; poiché vivrai di ogni parola che esce dalla bocca di Dio.
7b Poiché la parola del Signore è verità, e tutto ciò che è verità è luce, e tutto ciò che è luce è Spirito, sì, lo Spirito di Gesù Cristo;
7c e lo Spirito illumina ogni uomo che viene nel mondo; e lo Spirito illumina ogni uomo attraverso il mondo, che ascolta la voce dello Spirito;
7d e chiunque ascolta la voce dello Spirito, viene a Dio, sì al Padre;
7e e il Padre gli insegna l'alleanza che ha rinnovato e confermato su di te, che è confermata su di te per amor tuo, e non solo per amor tuo, ma per il bene del mondo intero:
7f e il mondo intero giace nel peccato e geme sotto le tenebre e sotto la schiavitù del peccato:
7g e da questo puoi sapere che sono sotto la schiavitù del peccato, perché non vengono a me; poiché chi non viene a me è sotto la schiavitù del peccato;
7h e chi non accoglie la mia voce non conosce la mia voce e non è da me;
7i e da questo potrai riconoscere il giusto dagli empi, e che tutto il mondo geme sotto il peccato e nelle tenebre anche ora.

8a E le vostre menti nei tempi passati si sono oscurate a causa dell'incredulità e perché avete trattato con leggerezza le cose che avete ricevuto, la quale vanità e incredulità ha portato tutta la chiesa alla condanna.
8b E questa condanna grava sui figli di Sion, sì su tutti; e rimarranno sotto questa condanna finché non si pentiranno e ricorderanno il nuovo patto, anche il Libro di Mormon e i precedenti comandamenti che ho dato loro, non solo per dire, ma per fare secondo ciò che ho scritto,
8c affinché portino frutto adatto per il regno del Padre loro, altrimenti resta un flagello e un giudizio da riversare sui figli di Sion; poiché, i figli del regno contamineranno la mia santa terra? In verità vi dico, no.

9a In verità, in verità vi dico, che ora avete le mie parole, che è la mia voce,
9b Beati voi poiché ricevete queste cose; poiché io ti perdonerò dei tuoi peccati con questo comandamento, affinché tu rimanga saldo nella tua mente nella solennità e nello spirito di preghiera, nel rendere testimonianza a tutto il mondo di quelle cose che ti sono comunicate.

10a Perciò, andate in tutto il mondo, e in qualunque luogo non possiate entrare, lo invierete, affinché la testimonianza vada da voi in tutto il mondo, a ogni creatura.
10b E come ho detto ai miei apostoli, così lo dico a voi; poiché voi siete i miei apostoli, anche i sommi sacerdoti di Dio: voi siete coloro che il Padre mio mi ha dato; siete miei amici;
10c Pertanto, come ho detto ai miei apostoli, vi ripeto che ogni anima che crede alle tue parole ed è battezzata mediante l'acqua per la remissione dei peccati, riceverà lo Spirito Santo; e questi segni seguiranno coloro che credono:

11a Nel mio nome faranno molte opere meravigliose;
11b nel mio nome scacceranno i demoni:
11c nel mio nome guariranno gli infermi:
11d nel mio nome apriranno gli occhi ai ciechi e staccheranno gli orecchi ai sordi:
11e la lingua del muto parlerà;
11f e se qualcuno somministrerà loro del veleno, questo non li nuocerà; e il veleno del serpente non avrà il potere di nuocerli.
11g Ma io do loro un comandamento: che non si vantino di queste cose, né le parlino davanti al mondo, perché queste cose vi sono date per il vostro profitto e per la salvezza.

12a In verità, in verità io ti dico: coloro che non credono alle tue parole e non sono battezzati in acqua, nel mio nome, per la remissione dei loro peccati, affinché possano ricevere lo Spirito Santo, saranno dannati e saranno non entrare nel regno di mio Padre, dove io e mio Padre siamo.
12b E questa rivelazione per voi, e comandamento, è in vigore da quest'ora stessa su tutto il mondo, e il Vangelo è per tutti coloro che non l'hanno ricevuto.
12c Ma in verità io dico a tutti coloro ai quali è stato dato il regno: Da voi dev'essere predicato loro che si pentiranno delle loro precedenti opere malvagie:
12d perché devono essere rimproverati per il loro cuore malvagio e incredulo, ei tuoi fratelli in Sion per la loro ribellione contro di te nel tempo in cui ti ho mandato.

13a E ancora vi dico amici miei (poiché d'ora in poi vi chiamerò amici): è opportuno che vi do questo comandamento, che diventiate proprio come miei amici nei giorni in cui ero con loro in viaggio per predicare questo vangelo in mio potere:
13b perché ho permesso loro di non avere né borsa né bisaccia, né due tuniche; ecco, io ti mando a mettere alla prova il mondo, e l'operaio è degno del suo salario.
13c E chiunque andrà a predicare questo vangelo del regno, e non mancherà di rimanere fedele in ogni cosa, non sarà stanco di mente, né oscurato, né nel corpo, nelle membra o nelle giunture; e un capello del suo capo non cadrà a terra inosservato. E non patiranno la fame, né la sete.

14a Perciò, non pensare al domani, a ciò che mangerai, o a ciò che berrai, o di cui ti vestirai;
14b poiché considera i gigli del campo, come crescono, non faticano, né filano; ei regni del mondo, in tutta la loro gloria, non sono vestiti come uno di questi; poiché il Padre tuo che sei nei cieli sa che hai bisogno di tutte queste cose.
14c Perciò il domani pensi alle cose di sé.
14d Non pensare in anticipo a ciò che dirai, ma conserva continuamente nella tua mente parole di vita, e ti sarà data in quell'ora stessa quella parte che sarà data a ciascuno.

15a Pertanto, nessuno tra voi (poiché questo comandamento è per tutti i fedeli che sono chiamati da Dio nella chiesa, al ministero), da quest'ora, prenda borsa o bisaccia, che esce per proclamare questo vangelo del regno .
15b Ecco, io vi mando fuori per rimproverare il mondo di tutte le sue azioni ingiuste e per insegnargli un giudizio che deve venire.
15c E chi ti accoglie, anch'io ci sarò; perché io andrò davanti a te: sarò alla tua destra e alla tua sinistra, e il mio spirito sarà nei tuoi cuori, e i miei angeli intorno a te, per sostenerti.

16a Chi riceve te, riceve me, e costui ti pascerà, ti vestirà e ti darà denaro.
16b E chi ti nutre, o ti veste, o ti dà denaro, non perderà in alcun modo la sua ricompensa; e chi non fa queste cose non è mio discepolo: da questo puoi conoscere i miei discepoli.
16c Chi non vi accoglie, allontanatevi da lui solo da soli, e purificatevi i piedi, sì, con acqua, acqua pura, sia calda che fredda, e ne rendete testimonianza al Padre vostro che è nei cieli, e non ritornate ancora a quell'uomo.
16d E in qualunque villaggio o città entriate, fate lo stesso. Tuttavia, cerca diligentemente e non risparmiare; e guai a quella casa, oa quel villaggio, oa quella città, che ti respinge, o alle tue parole, o alla tua testimonianza riguardo a me.
16e Guai, lo ripeto, a quella casa, o a quel villaggio, o a quella città, che ti respinge, o alle tue parole, o alla tua testimonianza di me; poiché io, l'Onnipotente, ho imposto le mie mani sulle nazioni per flagellarle per la loro malvagità;
16f e le piaghe usciranno e non saranno tolte dalla terra finché non avrò compiuto la mia opera, che sarà abbreviata in giustizia;
16g finché tutti mi conoscano, che rimango, anche dal più piccolo al più grande, e saranno ripieni della conoscenza del Signore, e vedranno negli occhi, e alzeranno la loro voce, e con voce insieme canteranno questo nuova canzone, dicendo:

17a Il Signore ha ricondotto Sion: il Signore ha redento il suo popolo, Israele, secondo l'elezione della grazia, che si è realizzata mediante la fede e l'alleanza dei loro padri.
17b Il Signore ha redento il suo popolo, e Satana è legato, e il tempo non è più: il Signore ha raccolto tutte le cose in una, il Signore ha fatto scendere Sion dall'alto, il Signore ha fatto risalire Sion dal basso; La terra ha travagliato e ha prodotto la sua forza; E la verità è stabilita nelle sue viscere; E i cieli le hanno sorriso, ed ella è rivestita della gloria del suo Dio, perché egli sta in mezzo al suo popolo:
17c Gloria, onore, potenza e potenza, siano attribuite al nostro Dio, perché è pieno di misericordia, giustizia, grazia e verità e pace, nei secoli dei secoli, Amen.

18a E ancora, in verità, in verità io vi dico: È opportuno che ogni uomo che va a proclamare il mio vangelo eterno, poiché ha famiglia e riceve denaro in dono, lo mandi loro, o usala a loro beneficio, come il Signore li comanderà, perché così mi sembra bene.
18b E tutti coloro che non hanno famiglia, che ricevono denaro, lo mandino al vescovo di Sion, o al vescovo dell'Ohio, affinché sia consacrato per la pubblicazione delle rivelazioni e la loro stampa, e per stabilire Sion.

19a E se qualcuno dà a qualcuno di voi una tunica o un vestito, prendi il vecchio e gettalo ai poveri, e vattene gioioso.
19b E se qualcuno tra voi è forte nello spirito, prenda con sé colui che è debole, affinché sia edificato in ogni mansuetudine, affinché anche lui diventi forte.

20a Perciò prendete con voi coloro che sono ordinati al sacerdozio minore, e mandateli davanti a voi a fissare degli incarichi, a preparare la via ea riempire gli incarichi che voi stessi non siete in grado di ricoprire.
20b Ecco, questo è il modo in cui i miei apostoli, nei giorni antichi, mi hanno edificato la mia chiesa.

21a Perciò ciascuno stia nel proprio ufficio e lavori nella propria vocazione; e la testa non dica ai piedi che non ha bisogno dei piedi, poiché senza i piedi come potrebbe il corpo stare in piedi?
21b Inoltre, il corpo ha bisogno di ogni membro, affinché tutti siano edificati insieme, affinché il sistema sia mantenuto perfetto.
22 Ed ecco, dovrebbero viaggiare i sommi sacerdoti, e anche gli anziani, e anche i sacerdoti minori; ma i diaconi e gli insegnanti dovrebbero essere nominati per vegliare sulla chiesa, per essere ministri permanenti della chiesa.

23a E anche il vescovo, Newel K. Whitney, dovrebbe viaggiare in giro e tra tutte le chiese, alla ricerca dei poveri, per amministrare i loro bisogni umiliando i ricchi ei superbi;
23b dovrebbe anche assumere un agente che prenda in carico e svolga i suoi affari secolari, come darà istruzioni;
23c, tuttavia, il vescovo vada nella città di New York, e anche nella città di Albany, e anche nella città di Boston, e avverta la gente di quelle città con il suono del Vangelo, ad alta voce, di la desolazione e la totale abolizione che li attende se rifiutano queste cose;
23d perché se rifiutano queste cose, l'ora del loro giudizio è vicina e la loro casa sarà lasciata loro desolata.
23e Si fidi di me, e non sarà confuso, e un capello del suo capo non cadrà a terra inosservato.

24a E in verità io vi dico, il resto dei miei servitori: Andate come le vostre circostanze lo permetteranno, nelle vostre numerose chiamate, verso le grandi e notevoli città e villaggi, rimproverando il mondo con rettitudine, di tutte le loro azioni ingiuste ed empie , esponendo chiaramente e comprensibilmente la desolazione dell'abominio negli ultimi giorni;
24b poiché con te, dice il Signore onnipotente, io sbranerò i loro regni; Non solo scuoterò la terra, ma tremeranno i cieli stellati;
24c poiché io, il Signore, ho steso la mia mano per esercitare le potenze del cielo; non potete vederlo ora, ancora un po' e lo vedrete, e saprete che lo sono e che verrò e regnerò con il mio popolo. Io sono l'Alfa e l'Omega, l'inizio e la fine. Amen.

Biblioteca delle Scritture:

Suggerimento per la ricerca

Digita una singola parola o usa le virgolette per cercare un'intera frase (ad es. "perché Dio ha tanto amato il mondo").

The Remnant Church Headquarters in Historic District Independence, MO. Church Seal 1830 Joseph Smith - Church History - Zionic Endeavors - Center Place

Per ulteriori risorse, visitare il nostro Risorse per i membri pagina.