Le parole di Mormon

Le parole di Mormon

Capitolo 1

1 Ed ora io, Mormon, mentre stavo per consegnare il racconto che stavo facendo nelle mani di mio figlio Moroni, ecco, ho assistito a quasi tutta la distruzione del mio popolo, i Nefiti.
2 E sono passati molti secoli dalla venuta di Cristo, che consegno questi annali nelle mani di mio figlio; e suppongo che sarà testimone dell'intera distruzione del mio popolo.
3 Ma conceda Iddio di sopravvivere loro, di scrivere un po' su di loro, e un po' su Cristo, affinché forse un giorno possa loro giovare.
4 Ed ora parlo un po' di ciò che ho scritto: poiché dopo che ebbi fatto un riassunto dalle tavole di Nefi, fino al regno di questo re Beniamino, di cui parlò Amaleki,
5 Cercai tra gli annali che erano stati consegnati nelle mie mani e trovai queste tavole, che contenevano questo piccolo resoconto dei profeti, da Giacobbe, fino al regno di questo re Beniamino: e anche molte delle parole di Nefi.
6 E le cose che sono su queste tavole mi piacciono, a motivo delle profezie della venuta di Cristo; ei miei padri sapendo che molti di loro si sono adempiuti;
7 Sì, e so anche che tutte le cose che sono state profetizzate riguardo a noi fino ad oggi, si sono adempiute; e tutti quelli che vanno oltre questo giorno, devono sicuramente avvenire;
8 Pertanto, scelsi queste cose, per terminare la mia storia su di esse, che resto della mia storia prenderò dalle tavole di Nefi; e non posso scrivere la centesima parte delle cose del mio popolo.
9 Ma ecco, prenderò queste tavole, che contengono queste profezie e rivelazioni, e le metterò con il resto della mia storia, poiché sono scelte per me; e so che saranno la scelta dei miei fratelli.
10 E faccio questo per uno scopo saggio; poiché così mi sussurra, secondo l'opera dello Spirito del Signore che è in me.
11 Ed ora, io non conosco tutte le cose; ma il Signore conosce tutte le cose che devono venire; pertanto opera in me per fare secondo la sua volontà.
12 E la mia preghiera a Dio riguarda i miei fratelli, affinché giungano ancora una volta alla conoscenza di Dio; sì, la redenzione di Cristo; affinché possano essere ancora una volta un popolo delizioso.
13 Ed ora io, Mormon, procedo a finire il mio racconto, che prendo dalle tavole di Nefi; e lo faccio secondo la conoscenza e l'intelligenza che Dio mi ha dato.
14 Pertanto, avvenne che dopo che Amaleki ebbe consegnato queste tavole nelle mani del re Beniamino, questi le prese e le mise con le altre tavole, che contenevano annali che erano state tramandate dai re, di generazione in generazione, fino ai giorni di re Beniamino;
15 E furono tramandati da re Beniamino, di generazione in generazione, finché non mi siano caduti nelle mani.
16 E io, Mormon, prego Dio che possano essere preservati, da questo momento in poi.
17 E so che saranno preservati, poiché su di essi sono scritte grandi cose, dalle quali il mio popolo e i suoi fratelli saranno giudicati nel grande e ultimo giorno, secondo la parola di Dio che è scritta.
18 Ed ora, riguardo a questo re Beniamino: ebbe alcune contese tra il suo popolo.
19 E avvenne anche che gli eserciti dei Lamaniti scesero dal paese di Nefi, per combattere contro il suo popolo.
20 Ma ecco, re Beniamino radunò i suoi eserciti, e si oppose a loro; e combatté con la forza del proprio braccio, con la spada di Labano;
21 E nella forza del Signore combatterono contro i loro nemici, finché ebbero ucciso molte migliaia di Lamaniti.
22 E avvenne che combatterono contro i Lamaniti, finché non li ebbero cacciati da tutte le terre della loro eredità.
23 E avvenne che dopo che vi erano stati falsi cristi, e le loro bocche erano state chiuse, ed essi punivano secondo i loro delitti;
24 E dopo che vi furono falsi profeti, e falsi predicatori e dottori fra il popolo, e tutti questi furono puniti secondo i loro delitti;
25 E dopo che ci furono molte contese e molti dissensi, via ai Lamaniti, ecco, avvenne che re Beniamino, con l'assistenza dei santi profeti che erano fra il suo popolo; poiché ecco, re Beniamino era un uomo santo, e regnò sul suo popolo con rettitudine.
26 E vi erano molti santi nel paese; e annunziarono la parola di Dio, con potenza e con autorità; e usarono molta acutezza a causa della rigidità del popolo;
27 Pertanto, con l'aiuto di costoro, re Beniamino, lavorando con tutta la forza del suo corpo e la facoltà di tutta la sua anima, e anche i profeti, stabilirono ancora una volta la pace nel paese.

Biblioteca delle Scritture:

Suggerimento per la ricerca

Digita una singola parola o usa le virgolette per cercare un'intera frase (ad es. "perché Dio ha tanto amato il mondo").

scripture

Per ulteriori risorse, visitare il nostro Risorse per i membri pagina.