Che non inciampiamo (o perché il Libro di Mormon) di David R. Van Fleet

Intorno al 600 a.C., lo Spirito del Signore spiegò a Nefi in una visione che, nei giorni a venire, i Gentili sarebbero in gran parte inciampati a causa dell'omissione di “le parti più chiare e preziose del vangelo del Agnello."(1) Il lasso di tempo a cui si fa riferimento nella visione sembra essere nel periodo della scoperta delle Americhe da parte di Cristoforo Colombo, che era senza dubbio l'uomo descritto nella visione.(2) Il riferimento al Vangelo si riferiva sicuramente alla Sacra Bibbia, alla quale Joseph Smith Jr. apportò correzioni e cambiò il nome in Le Sacre Scritture. Un'analisi dei cambiamenti mostra che, in particolare al libro della Genesi, c'erano aggiunte significative che mostrano che Adamo ed Eva avevano la pienezza del Vangelo ai loro tempi. C'è anche la descrizione della città santa di Enoc, chiamata Sion dal Signore a causa dell'unità, della rettitudine e della sollecitudine per i poveri evidenziata da quelle persone.

Il Libro di Mormon fornisce anche spunti che sono fondamentali per la corretta comprensione del Vangelo. Questo articolo descrive alcune delle dottrine essenziali che il Libro di Mormon ci fornisce. Nel Libro di Dottrina e Alleanze leggiamo quanto segue: “E ancora, gli anziani, i sacerdoti e gli insegnanti di questa chiesa insegneranno i principi del mio vangelo che sono nella Bibbia e nel Libro di Mormon, in cui è la pienezza del vangelo."(3) Mi sono spesso chiesto quali siano alcuni di quei principi che il Libro di Mormon ci fornisce e la Bibbia non ci fornisce. In alcuni casi, la Bibbia trascura punti di interesse chiave, come i metodi esatti e le parole delle preghiere battesimali e di comunione. Molti dei libri del Nuovo Testamento sono lettere o epistole che affrontano problemi specifici dell'epoca; non sono stati scritti per fornire una guida completa alle generazioni future. Allo stesso modo, i vangeli si concentravano sulla storia della vita di Cristo e non sulle pratiche seguite nella Chiesa stabilita da Cristo.

In alcuni casi, la Chiesa del Nuovo Testamento aveva pratiche standard, ma quelle pratiche erano state abbandonate per motivi di opportunità. Ad esempio, si pensava che la comunione fosse necessaria per la salvezza, quindi i bambini venivano battezzati in modo che potessero partecipare alla Comunione. Il Libro di Mormon quindi funziona in diversi modi per fornire una guida: Fornisce comprensione su punti dottrinali che la Bibbia non affronta o spiega completamente. Fornisce il rafforzamento dei princìpi descritti dalla Bibbia, ma l'uomo non ha seguito fedelmente. Fornisce la verifica dell'indipendenza di persone, eventi e luoghi menzionati nella Bibbia.

La religione cristiana si basa sulla dottrina più delle altre religioni.(4) Prima di tutto, la salvezza è direttamente legata a certe credenze, in particolare, alla fede in Gesù Cristo. Ci sono sei principi del Vangelo enumerati in Ebrei 6:1, 2. Anche credere in questi principi è importante. Il Libro di Mormon affronta tutti questi principi e accresce la nostra comprensione di essi. Questo insieme di base di credenze e pratiche deve essere abbracciato; altrimenti, una persona è in errore. Il Nuovo Testamento e il Libro di Mormon contengono molti esempi e profezie su coloro che commettono le pratiche sacerdotali e insegnano eresie. Può sembrare strano nella nostra epoca di tolleranza che questo sia motivo di allarme, ma le Scritture insegnano che dovrebbero essere una preoccupazione vitale per noi. Ai nostri giorni, il motto è "purché siano sinceri". Tuttavia, 2 + 2 non è mai uguale a 3.

I seguenti sono versetti del Libro di Mormon con spiegazioni che descrivono molti di questi punti.

Un secondo testimone di Gesù Cristo: “...per convincere gli Hew e i Gentili che Gesù è il Cristo…"(5) Questo è un esempio del punto sopra, che il Libro di Mormon fornisce una verifica indipendente che Gesù è il Cristo. Il Libro di Mormon in seguito conferma anche che c'era una nuova stella al momento della Sua nascita e distruzione al momento della Sua crocifissione. Verifica il record del Nuovo Testamento riguardo alla dottrina che insegnò, poiché insegnò la stessa dottrina nelle Americhe. In particolare, il Sermone della Montagna è quasi identico tra 3 Nefi e Matteo. Nefi spiegò che la ripetizione fornita dal racconto del Libro di Mormon a quella della Bibbia mostra che Dio non cambia.(6)

Si potrebbe sostenere che il valore di due testimoni della stessa cosa è più del doppio di quello di un unico testimone. I pazienti a volte chiedono un secondo parere prima di sottoporsi a interventi chirurgici intensivi. La revisione tra pari è una pratica accettata nella valutazione di articoli scientifici per garantire la legittimità. Il fatto che ci siano due antichi documenti di Gesù Cristo è un potente incoraggiamento a credere in Lui.

Gli ebrei dei giorni di Gesù si aspettavano un Messia che avrebbe fornito la liberazione politica. Quando è venuto e non ha fornito questa liberazione, molti Lo hanno respinto perché non ha adempiuto la profezia dell'Antico Testamento. I cristiani hanno affermato che ha adempiuto riferimenti come i Salmi 22 e 69 e Isaia 9, 42 e 53. Alcuni di coloro che hanno contrastato queste profezie non lo identificano per nome, e quindi non vi è alcuna garanzia che queste profezie si applicassero a Lui. Il Libro di Mormon sposta l'equilibrio della fede a favore di Gesù di Nazaret.

Pentimento: Il Libro di Mormon può essere riassunto come una serie di cicli nelle storie di tre popoli che emigrarono in America dal Medio Oriente. Il popolo si avvicinò al Signore e, di conseguenza, il Signore li fece prosperare. La loro prosperità rimosse il loro incentivo a ricordarLo finché i Suoi giudizi non furono riversati su di loro sotto forma di guerre, carestie o prigionia. Questo li ha portati a pentirsi o ad essere annientati. Il Libro di Mormon quindi amplia la nostra comprensione del pentimento.

Fede:  “La fede non è avere una perfetta conoscenza delle cose; perciò, se avete fede, sperate in cose che non si vedono, che sono vere».(7) Alma 16:138-173 sta al Libro di Mormon ciò che Ebrei 11 sta alla Bibbia riguardo alla fede. L'esposizione del Libro di Mormon sulla fede aggiunge molto alla nostra comprensione del principio.

Battesimo infantile: “...pertanto i bambini piccoli sono sani, perché non sono capaci di commettere peccato; pertanto la maledizione di Adamo è stata loro tolta in me, che non ha potere su di loro;... pertanto, Figlio mio diletto, so che è una solenne beffa davanti a Dio, che tu battezzi i piccoli figli."(8) Come affermato in precedenza, questa pratica iniziò nel II secolo(9) con le migliori intenzioni. Tuttavia, il Libro di Mormon non solo dice che questa pratica non è corretta, ma la chiama solenne presa in giro. Le Scritture insegnano “Il timore del Signore è l'inizio di saggezza."(10) Nessuna persona saggia si impegnerebbe in una tale pratica alla luce di questo avvertimento. Questo versetto suggerisce anche che coloro che si impegnano in questa pratica sono preoccupati per il peccato originale, ma tale preoccupazione è infondata a causa dell'espiazione di Cristo.

Il vero battesimo trasforma: alcune denominazioni insegnano che il battesimo è un "solo simbolo". L'apostolo Paolo ha insegnato nel capitolo sessanta di Romani che il battesimo trasforma un individuo. Tuttavia, questo insegnamento è ovviamente minimizzato per quelle denominazioni interessate al fatto che il battesimo è un "opera" e quindi non necessario per la salvezza. Il Libro di Mormon insegna anche che il battesimo trasforma una persona e quindi rafforza l'insegnamento di Paolo. Alma ha ricordato i battesimi che ebbero luogo nelle acque di Mormon e i cambiamenti che quelle persone subirono. Ha poi chiesto ai suoi ascoltatori, “Sei nato spiritualmente da Dio? Avete ricevuto la sua immagine nella vostra sembianze?"(11)

Battesimo per immersione: “Ed ora ecco, queste sono le parole che direte, chiamandole per nome, dicendo: Avendomi autorità datami da Gesù Cristo, io vi battezzo nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. E poi li immergerai nell'acqua e uscirai di nuovo dal acqua."(12) La pratica dell'aspersione divenne ugualmente accettata con il battesimo per immersione (o immersione per differenziarlo dal versamento) nel 1311.(13) Indubbiamente c'erano quelli che non potevano essere battezzati per immersione, o c'era poca acqua a disposizione, o era un corso più facile. Tuttavia, gli studiosi sottolineano che il battesimo avveniva per immersione nel I secolo e che era un'attività per coloro che erano più anziani (come gli adulti). Tutto ciò che Dio chiede è che seguiamo una semplice procedura nel percorso verso la vita eterna; siamo obbligati a evitare scorciatoie. Le scorciatoie cambiano il simbolismo dell'ordinanza e la sua efficacia.

Comunione chiusa (o chiusa): “…non permettete a nessuno consapevolmente di prendere indegnamente la mia carne e il mio sangue, quando lo ministrerete, poiché chiunque mangia e beve la mia carne e il mio sangue indegnamente, mangia e beve la dannazione alla sua anima."(14) La Bibbia non specifica se la Comunione debba essere aperta o chiusa, cioè confinata ai soli membri. La Bibbia, al massimo, deduce che era vicino. Tuttavia, gli studiosi della Bibbia confermano che solo i membri partecipavano alle loro feste d'amore/pasti agape che venivano celebrati in combinazione con la Cena del Signore. La Didaché "si pretende di essere un'istruzione basata su detti del Signore e data dai Dodici Apostoli ai pagani che desideravano diventare cristiani".(15) Dice quanto segue: "Nessuno mangi e beva della tua Eucaristia se non i battezzati nel nome del Signore".(16) Tuttavia, la maggior parte delle persone non è a conoscenza degli scritti di quelli chiamati Padre Apostolico,(17) e i loro scritti non sono accettati come scritture. l'istruzione del Libro di Mormon è quindi essenziale.

La Parola di Dio: “E... vidi che la verga di ferro, che mio padre aveva visto, era la parola di Dio, che conduceva... all'albero di vita."(18) Questo versetto è tratto dal racconto della visione di Nefi e conferma l'importanza delle Scritture e della parola profetica nella vita dei santi. La sua visione include una serie di punti importanti sull'orgoglio, l'albero della vita e una profezia degli ultimi giorni.

Salvezza:  “Ed è necessario con la giustizia di Dio, che gli uomini siano giudicati secondo le loro opere; e se le loro opere sono state buone in questa vita, e i desideri dei loro cuori sono stati buoni, che anche loro, all'ultimo giorno, siano restituiti a ciò che è Buona."(19) Gli scrittori del Nuovo Testamento si sono avvicinati al vangelo della salvezza da punti di vista differenti. Questo continua a creare confusione fino ad oggi nella comprensione degli scritti di Paolo rispetto a quelli di Giacomo, per esempio. Questo argomento è affrontato da molti degli scrittori del Libro di Mormon e forniscono i chiarimenti tanto necessari.

Ordinanze: Moroni capitoli 2-6 descrivono il modo in cui devono essere amministrate la confermazione, l'ordinazione e la comunione, con istruzioni anche sul battesimo. Se la vita di Moroni non fosse stata prolungata più a lungo del previsto, non avremmo questa preziosa istruzione.

Sion: “E beati coloro che in quel giorno cercheranno di portare alla luce la mia Sion, poiché avranno il dono e la potenza del Santo Fantasma."(20) Nei giorni immediatamente successivi all'ascensione di Cristo, la Chiesa del Nuovo Testamento credette in un letterale Regno di Dio sulla terra. Tuttavia, i santi di quel giorno aspettavano l'imminente ritorno di Cristo. Quando non tornò come si aspettavano, la fede in un regno letterale iniziò a essere sostituita dalla fede in un regno spirituale. Questo riferimento a «Zion... insomma giorno" si riferisce a un regno letterale di Dio sulla terra in un giorno futuro e fa risorgere l'aspettativa originale. Il Libro di Mormon descrive anche un'età d'oro dei Nefiti quando vissero in una condizione simile a quella della Chiesa del Nuovo Testamento subito dopo l'ascensione di Cristo. In entrambi i casi, i principi del Regno furono seguiti da vicino. Il racconto del Libro di Mormon fornisce preziose informazioni sugli atteggiamenti e sulle azioni delle persone che vivono rettamente.

1. 1 Nefi 3:183 7. Alma 16:143 15. James A. Kleist, «Antichi scrittori cristiani», p. 3

2. Chris D. Hartshorn, “A Commentary on 8. Moroni 8:9, 10 16. Didache, 9:5

    il Libro di Mormon, p. 44 9. Catechismo della Chiesa Cattolica, 1252 17. Capi della Chiesa del II secolo d.C.

3. Dottrina e Alleanze 42:5a 10. Salmo 111:10 18. 1 Nefi 3:68

4. Bart D. Ehrman, «Dopo il Nuovo Testamento 11. Alma 3:4, 11, 27, 28 19. Alma 19:66

5. Libro di Mormon Prefazione 12: 3 Nefi 5:25, 26 20. 1 Nefi 3:187

6. 2 Nefi 12:58-62 13. Hugo McChord, “Il battesimo è asperso?”

                                                                             14. 3 Nefi 8:60

pubblicato in